EMILIA TREMA!


EMILIA. ITALIA.

Terremoto in Emilia. Una tragedia che ci colpisce nel profondo, un pugno nello stomaco mentre si cerca di rialzarsi dopo una serie di dritti e rovesci, che già ci stavano per buttare a tappeto. I fatti di cronaca a cui abbiamo assistito in questi giorni, le testimonianze degli sfollati e le lacrime dei sopravvissuti fanno da cornice a quello che, in senso molto più ampio,  è forse la cinica e brutale fotografia di un paese a terra che cammina sulle proprie macerie, causate dalla peggior crisi economica (e sociale) dal 1929 e che fa sussultare, giorno dopo giorno, un paese intero. E’ tristemente un caso, ma questo sconvolgimento naturale e dei nostri animi avviene in un momento estremamente difficile per il nostro paese e per l’europa intera.

Si parla di brutalità.

Perché non c’è niente di più violento che vedere immagini di intere famiglie senza più un tetto, persone per bene che lavoravano sodo per costruirsi un futuro che oggi è un cumulo di vetri rotti, calcinacci e tanta polvere.

Si parla di cinismo.

Della natura e della vita stessa, che colpisce sempre quelli che colpe non ne hanno mai. Quelli che nascono, vivono e muoiono nel rispetto di regole e valori quali l’educazione al lavoro, il rispetto della legalità, il sacrificio che sta alla base del “se una cosa la voglio, me la devo guadagnare”.

Tutti quelli, insomma, che sono gli ignoti protagonisti (ed eroi a mio avviso) dell’orgoglio quotidiano di un intero paese. Lontano dalla feccia che alimenta gli scandali della politica corrotta, i crack finanziari pilotati, i gossip da rotocalco, il non-sport delle scommesse.

Per loro, il terremoto non arriva mai.

Ed è per questo che io voglio dedicare poche, forse inutili, parole a chi dona impegno e vita a questo paese che, in qualche modo, si rialza sempre. Indipendentemente da quanti dritti e rovesci ha incassato, senza mai andare a tappeto.

FORZA EMILIA! FORZA ITALIA!

IMPORTANTE!  Il Corriere della Sera e Tg La7 rinnovano la raccolta di fondi per le popolazioni colpite dal terremoto a seguito delle scosse di oggi. I versamenti si possono effettuare al conto corrente IT73L0306905061 100000000671.

«Un aiuto subito. Terremoto in Emilia» presso Banca Intesa Sanpaolo, viale Lina Cavalieri, 236 – 00139 Roma. Dalle 19 di questa sera, inoltre, sarà attivo il numero 45500 per inviare messaggi o chiamare da telefonia fissa e donare 2 euro per l’emergenza terremoto. Lo rende noto il capo della Protezione Civile Franco Gabrielli, che reso noto anche il numero verde da contattare per le emergenze 800333911

 Harthquake in Emilia. A tragedy that affects us deeply, like a punch in the stomach while trying to get up after a series of fore and backhands, while we already were going to go down to the carpet.
The news we have witnessed in recent days, the testimonies from the displaced  and the tears from the survivors look like a framework for what seems, in much broader sense, a  cynical and brutal picture of a country put on the ground that walks on its own debris, due to   the worst economic (and social) crisis  since 1929 and that startles, day after day, a whole country. It’s a sad case, but both this natural and minds disruptiontakes place in an extremely difficult time, for our country and Europe itself.

We’re talking about brutality.

Because there’s nothing more violent than looking images of entire families without a roof, normal people who worked hard to build a future that is now a pile of broken glass, debris and just dust.

We’re talking about cynicism.

Of nature and of life itself, which always affects those who never committed any sins. Those who are born, live and die in compliance of rules and values such as education to work, respect for legality, the sacrifice that is the basis of “if I want something, I have to earn it.” Anyone, in short, who is the unknown actor (and hero in my opinion) of day by day pride of an entire country. Far from the scum that feeds  scandals of political corruption, driven financial cracks , gossip, the anti-sports betting.

For these ones, earthquake never comes.

And that’s why I want to dedicate a few, maybe futile, words to those who give efforts and their life to this country, that somehow always gets up. No matter how many forehands and backhands are taken, and never beign knocked out.

GO EMILIA! GO ITALY!


La tua reazione?
Cute Cute
0
Cute
Geeky Geeky
0
Geeky
Grrrr Grrrr
0
Grrrr
Lol Lol
0
Lol
Love Love
0
Love
Omg Omg
0
Omg
Win Win
0
Win
Wtf Wtf
0
Wtf

EMILIA TREMA!

Ne vuoi di più?
Seguici per rimanere sempre aggiornato!
Nascondi - Seguo già Ziqqurat

Login

Diventa parte della nostra community!

Resetta la tua password

Back to
Login