Movie of the day – IL GRANDE LEBOWSKY (Coen, 1998)


Los Angeles, anni novanta: Jeffrey Lebowski, detto “Drugo”, è uno slacker che vivacchia senza troppi problemi tra una partita di bowling con gli amici Walter e Donny, una fumata di marijuana e grandi quantità di White Russian. La sua vita disimpegnata verrà però improvvisamente sconvolta quando riceverà la visita di due sicari, che solo dopo capiscono di aver sbagliato obiettivo a causa di un’omonimia col Sig. Lebowski, ricco magnate. Prima di togliere il disturbo, però, i due sicari non mancano di urinare sul tappeto di Drugo. Questi decide quindi di farselo risarcire dal suo opulento omonimo. Verrà così coinvolto in un’intricata serie di vicende che vedranno Drugo invischiato, suo malgrado, in rapimenti e riscatti, in compagnia di artisti pazzoidi e giocatori di bowling che si credono delle divinità.

L’operazione effettuata dai geniali fratelli Coen sembra essere quella di prendere un degno copione giallo-noir e trasformarlo in una commedia degli equivoci, demenziale e scorretta. Partendo proprio dal protagonista, Drugo è definito dalla voce narrante “il più pigro della contea di Los Angeles”. La formula su cui verte la folgorante comicità dei Coen è tutt’altro che costruita, nasce spontaneamente, spesso data dalla totale assurdità della situazione, creata dalla presenza forzata delle personalità “estreme” di Walter e Drugo in situazioni delicate. Proprio la pienezza e la coerenza dei personaggi generano ilarità anche semplicemente da affermazioni in contesti normali.

/

Los Angeles, the nineties: Jeffrey Lebowski, nicknamed “The Dude”, is a slacker who lives without too many problems between a bowling game with friends Walter and Donny, a smoke of marijuana and a large amounts of White Russian. His disengaged life, however, is suddenly turned upside down when he receives the visit of two assassins, who later understand they had the wrong target because of homonymy with Mr. Lebowski, a rich tycoon. Before leaving, though, the two hitmen decide to urinate on the carpet. The Dude, then, decides to be compensated from his wealthy namesake. He will then be involved in an intricate series of events that will caught, in spite of himself, in kidnappings and ransoms, in the company of artists and crazies bowlers who believe themselves gods.

The brilliant operation performed by Coen brothers seem to start from a a worthy yellow-noir script and then turning it into a crazy comedy of errors. Starting from its main character, the Dude is defined by the narrator as “the laziest in Los Angeles County”. The formula adopted by the Coen is far from being built, born spontaneously, often given by the total absurdity of situations, set by the “extreme” Walter and the Dude personalities. The fullness and consistency themselves of characters generate hilarity just from simply statements in normal contexts.

Fonti: MyMovie, Il Morandini

La tua reazione?
Cute Cute
0
Cute
Geeky Geeky
0
Geeky
Grrrr Grrrr
0
Grrrr
Lol Lol
0
Lol
Love Love
0
Love
Omg Omg
0
Omg
Win Win
0
Win
Wtf Wtf
0
Wtf

Movie of the day – IL GRANDE LEBOWSKY (Coen, 1998)

Ne vuoi di più?
Seguici per rimanere sempre aggiornato!
Nascondi - Seguo già Ziqqurat

Login

Diventa parte della nostra community!

Resetta la tua password

Back to
Login