Movie of the day – CONTROL (Cobjin, 2007)


[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=HL6LFHioKJY&feature=related[/youtube]

In Inghilterra, nella metà anni '70, i giovani cercavano la propria identità ascoltando i vinili dei loro miti (Buzzcocks, Sex Pistols, David Bowie). Si vestivano come loro, ne emulavano le movenze e si truccavano davanti allo specchio delle loro camerette tappezzate di poster sognando le luci del palcoscenico. Qualcuno ce la fece. A Macclesfield, a pochi chilometri da Manchester, un Ian Curtis appena ventenne si unì ad altri tre ragazzacci – Peter Hook, Bernard Sumner, Stephen Morris – per formare i Joy Division, band di culto che segnò l'inizio della scena post-punk.

Control è un film biografico del 2007 diretto da Anton Corbijn. Il film racconta la vita del leader dei Joy Division, Ian Curtis (1956-1980), interpretato dall'attore Sam Riley.

Il fotografo e videomaker Anton Corbijn fa il suo esordio in lungo raccontando la storia di Ian Curtis, morto suicida a soli 23 anni. Il titolo fa riferimento alla canzone dedicata alla vita spezzata di una conoscente del leader dei Joy Division (“She's Lost Control”), a sembra anche descrivere quell'impossibilità di controllare il proprio corpo scosso dalle crisi epilettiche che fecero cadere il musicista in depressione, ma anche la mancanza di controllo nella vita affettiva, divisa tra la moglie sposata troppo giovane e l'amante conosciuta nel backstage.

Parte della sceneggiatura è stata liberamente tratta dal romanzo autobiografico di Deborah Woodruff Curtis, Touching From a Distance. Oltre alla carriera artistica, il film tratta anche della vita extra-matrimoniale e sentimentale, così come dell'epilessia di cui Curtis soffriva in modo grave, suggerendo che anche questa abbia contribuito al suo suicidio, avvenuto alla vigilia del primo tour negli Stati Uniti della sua band.

Girato a colori e in seguito trasferito in B/N per mantenere intatto lo spirito e il mood della band, Control riesuma un'epoca di grande fermento musicale utilizzando tutto sommato poche canzoni. Se da una parte ci sono i contributi degli stessi Joy Division e delle band in voga in quel periodo, dall'altra ci sono i silenzi e i lievi scricchiolii degli interni inglesi per definire le due anime di Curtis. Il cantante che si dimenava sul palco sotto gli occhi ammirati dei fan, e il ragazzo privato, confuso e straziato dall'improvviso successo.

Fonti: MyMovie, Wikipedia, Il Morandini

[youtube]http://youtu.be/ZBkUzju4wb0[/youtube]

England, the mid-'70s. Young people seeking their identity listening their myths LPs (Buzzcocks, Sex Pistols, David Bowie). Dressing like them and emulating movements in front of the mirror in their rooms full with posters, dreaming stage lights. Someone made it. At Macclesfield, a few miles from Manchester, a young Ian Curtis joined three other guys – Peter Hook, Bernard Sumner, Stephen Morris – forming Joy Division, a cult band that marked the beginning of the post-punk scene.
Control is a biopic directed by Anton Corbijn in 2007. The film chronicles the life of Joy Division leader Ian Curtis (1956-1980), performed by actor Sam Riley.
The photographer and filmmaker Anton Corbijn makes his debut in the long telling the story of Ian Curtis, who committed suicide at the age of 23. The title refers to a song dedicated to the broken life of Joy Division leader’s friend (“She's Lost Control”), also seems to describe his impossibility to control his body shaking, that brought down the musician in depression, but also the lack of emotional control in life, divided between his wife and his lover, known in a gig backstage.
Part of the script was loosely based on the autobiographical novel by Deborah Woodruff Curtis, Touching From a Distance. Other than the career, the film is also about Ian’s life outside marriage and his feelings, as he suffered of severe epilepsy, suggesting that this contributed to his suicide, which occurred on the eve of the first U.S. band tour.
Shot in color and then transferred to B / W to keep intact the band’s spirit and mood, Control exhumes an age of great music. While there are contributions from the same band Joy Division and other band in vogue at that period, on the other side there are silences and subtle English interior squeaks to define the two souls of Curtis. The singer, who was writhing on the stage under the admiring fans, and the private guy, confused and torn by the sudden success.

zp8497586rq

La tua reazione?
Cute Cute
0
Cute
Geeky Geeky
0
Geeky
Grrrr Grrrr
0
Grrrr
Lol Lol
0
Lol
Love Love
0
Love
Omg Omg
0
Omg
Win Win
0
Win
Wtf Wtf
0
Wtf

Movie of the day – CONTROL (Cobjin, 2007)

Ne vuoi di più?
Seguici per rimanere sempre aggiornato!
Nascondi - Seguo già Ziqqurat

Login

Diventa parte della nostra community!

Resetta la tua password

Back to
Login