Movie of the day – LE CONSEGUENZE DELL’AMORE (Sorrentino, 2004)


[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=qjQfiCx5zMs[/youtube]

Titta Di Girolamo da otto anni vive una vita grigia e monotona all’interno dell’albergo in cui alloggia a Lugano, in Svizzera, costantemente in attesa di un segnale che, quando arriva, lo trasforma in uno scrupoloso uomo d’affari. La sua vita scorre sempre uguale, tra le camere di un albergo e una «visita» settimanale alla banca per consegnare una valigia piena di contanti. I giorni trascorrono lenti nella rigida sequenza di azioni precalcolate, che ormai sono la routine abituale dell’uomo, compresa la mano a carte con una coppia di ricchi decaduti e la dose settimanale di eroina.

Un giorno però, da freddo calcolatore, Titta inizia a scomporsi, fino ad arrivare a parlare alla signorina del bar, Sofia (che da tempo tenta di avere una comunicazione normale con lui), ricordando a se stesso di “non sottovalutare le conseguenze dell’amore”. Conseguenze che lo porteranno a ribellarsi al proprio destino di marionetta nelle mani della mafia. Il suo impassibile distacco dalla vita, infatti, entra in crisi, facendolo però uscire dal suo controllato torpore senza futuro.

 Le conseguenze dell’amore è un film del 2004 scritto e diretto da Paolo Sorrentino, presentato in concorso al 57º Festival di Cannes,plurivincitore ai David di Donatello 2005 e ai Nastri d’argento 2005. Il film velato di una costante malinconia, alla fine ci fa capire che ci sono tanti Titta fra di noi, persone che recitano una parte e che si isolano dal resto del mondo per evitare di guardarsi dentro, oltre che le conseguenze dell’amore, quelle che temono più di tutte, perchè le più umane e passionali. La fine è un vero pugno nello stomaco, quasi a volerci far capire che la felicità e l’amore, su questa terra non sono per tutti.

Titta Di Girolamo since eight years lives a gray and dull life in an hotel in Lugano, Switzerland, constantly waiting for a signal that turns him into a scrupulous business man. His life runs always in the same way, between hotel rooms and weekly “visits” to the bank, where he delivers a suitcase full of cash. Days slowly pass by in a rigid predetermined sequence of actions, which are now the usual Titta’s daily routine, including playing cards with a wealthy but impoverished couple and his weekly dose of heroin.

One day, however, as cold and calculating, Titta begins to break down, until he definitely talks to the bartender Sofia (who already tried to have a normal communication with him), still reminding himself “not to underestimate the consequences of love”. Consequences that lead him to rebel against his destiny as a puppet affiliated to the Mafia. His detachment from life gets in crisis, as well as his controlled torpor with no future.

The Consequences of Love is a 2004 movie written and directed by Paolo Sorrentino, which competed at the 57th Cannes Film Festival, winning the David di Donatello and Nastro d’Argento in 2005. The film is shrouded in a constant melancholy and, at the end, makes us understand that there are many Titta among us, who play a fake part and who get isolated from the rest of the world to avoid looking themselves inward but also the consequences of love, their biggest fear because human and passionate feelings. The end is a real punch in the stomach, intentionally made to make people understand that happiness and love on this earth are not for everyone.

Fonti: MyMovie, Il Morandini, Wikipedia


La tua reazione?
Cute Cute
0
Cute
Geeky Geeky
0
Geeky
Grrrr Grrrr
0
Grrrr
Lol Lol
0
Lol
Love Love
0
Love
Omg Omg
0
Omg
Win Win
0
Win
Wtf Wtf
0
Wtf

Movie of the day – LE CONSEGUENZE DELL’AMORE (Sorrentino, 2004)

Ne vuoi di più?
Seguici per rimanere sempre aggiornato!
Nascondi - Seguo già Ziqqurat

Login

Diventa parte della nostra community!

Resetta la tua password

Back to
Login