Movie of the day – JACKIE BROWN (Tarantino, 1997)


[youtube]http://youtu.be/yGFlIPcu7NU[/youtube]

 

Los Angeles. Jackie Brown è una hostess avvenente che contrabbanda denaro per Ordell Robbie, un traffichino d’armi dal grilletto facile. Al suo fianco Louis Gara, uno stralunato ex galeotto, e Melanie, una sballatissima bionda. Di ritorno dal Messico, Jackie viene fermata e arrestata da due agenti del reparto antifrode sulle tracce di Ordell. In cambio dell’immunità si decide a collaborare con la polizia. Dotata di grazia e sangue freddo la signora Brown raggirerà agenti e delinquenti, incassando il denaro di Ordell e seducendo un garante di cauzioni.

Tratto da “Rum Punch” di Elmore Leonard, Jackie Brown di Quentin Tarantino celebra la sua sexi icona nera, Pam Grier (Jackie) e omaggia la stagione cinematografica della blaxploitation, un genere cinematografico degli anni ’70 che sfruttava la cultura popolare nera ed era interpretato, realizzato e rivolto al pubblico afroamericano. Al contrario il film di Tarantino produce puro intrattenimento per “bianchi” esaltando i vizi del sottoproletariato nero, sottolineandone l’avidità e il narcisismo, spogliando quindi o stesso concetto di fondo della blaxploitation del significato etico, politico e sociale che muoveva gli eroi neri degli anni Settanta. Sceneggiato con poche e significative libertà, ha cavato un film molto riuscito e poco innovativo che sa fare aspettare: puntiglio nel disegno dei personaggi, inquadrature equilibrate, pochi movimenti di macchina e sempre funzionali, nessun effetto speciale, nessun esibizionismo. Tarantino va controcorrente: a modo suo, è un classico.
Il gangster nero è Samuel L. Jackson, irresistibile negli abiti funky e multicolori del mercante d’armi che giustizia nemici e “fratelli” nei portabagagli di lucidissime Pontiac. Accanto a lui compare, per la prima volta misurato, il balordo scarcerato di Robert De Niro, che spara e uccide meccanicamente la “fattona” puttanella di Bridget Fonda.

Los Angeles. Jackie Brown is a charming hostess who smuggles cash for Ordell Robbie, a shady hair-trigger arm-dealer. At his side Louis Gara, a wild-eyed ex-con, and Melanie, a stoned blonde. Returning from Mexico, Jackie is stopped and arrested by two Fraud department officers, on Ordell trail. In exchange for immunity she decides to cooperate with the police. Endowed with grace and composure Mrs. Brown will dupe both agents and criminals, taking the Ordell money and seducing a bail guarantor.

Inspired from “Rum Punch” by Elmore Leonard, Quentin Tarantino’s Jackie Brown is celebrating her sexy black icon, Pam Grier (Jackie) and pays homage to the blaxploitation movie season, a ’70s movie  genre  who used black popular culture and was interpreted, implemented and directed by African Americans. But Tarantino produces a pure entertainment for “whites”, extolling the vices of  black underclass, pointing out the greed and narcissism, then stripping from basic blaxploitation concept itself  the ethical, social and political ideals that moved blacks in the seventies. Scripted with a few significant liberties, Tarantino produced a very innovative and successful movie that lets the audience wait: punctiliousness in character design, balanced shots, a few camera movements and functional, no special effect, no exhibitionism. Tarantino goes against his own style, but it’s still is a classic movie.
The Black Gangster is played by Samuel L. Jackson, irresistible as the funky and colorful dressed dealer that justice enemies and “brothers” in the boot of shiny Pontiac. Beside him, for the first time measured, the fool convict Robert De Niro, who shoots and kills mechanically “the stoned” slut Bridget Fonda.

Fonti: MyMovie, Il morandini


La tua reazione?
Cute Cute
0
Cute
Geeky Geeky
0
Geeky
Grrrr Grrrr
0
Grrrr
Lol Lol
0
Lol
Love Love
0
Love
Omg Omg
0
Omg
Win Win
0
Win
Wtf Wtf
0
Wtf

Movie of the day – JACKIE BROWN (Tarantino, 1997)

Ne vuoi di più?
Seguici per rimanere sempre aggiornato!
Nascondi - Seguo già Ziqqurat

Login

Diventa parte della nostra community!

Resetta la tua password

Back to
Login