ZETA

ZETA
di Antonio Capra
 
Mi nutro delle cose più dolci
Mi nutro di lei
Ed il tempo non mi aspetta
Ma io l’aspetterò
Perché niente è meglio del respirarla mentre dorme
Aspettando di rinascere nei suoi sogni
Qui io vivo nel niente
E la pioggia nemmeno riesce a colpirmi
Lotterei per non svegliarci
Se non su diversi confini
Dell’essere amanti immortali
La luna mi tiene in pugno
Cinica ed avvolgente
Si annida nei suoi occhi
Che sono galassie in cui scorre vita
E fa nascere i miei futuri desideri
Invidio il sole che la bacia
Mentre le stelle piangono appassite dopo averla salutata
Lo farei anche io in fondo
Se ci fosse un giorno a separarci
Nell’attesa, farei a pugni con i miei grigi
Che colorano il mondo ed i miei occhi
In cui lei sola vede vividi arcobaleni
Che si schiantano nei miei silenzi
Il tempo non mi aspetta
Ma io l’aspetterò
Anche se non è mai andata via
Anche se non è mai stata mia.
 
 

Potrebbero piacerti anche:

Fogli di Carne Nox

Mercoledì 05/11/2014, 21:30. Milano, Italia.   Incantati dagli arcobaleni del nostro pensiero ci lasciamo sfuggire i lombi lussuriosi della terra… leggi di più

Fogli di Carne Nox

Martedì 21/10/2014, 16:21. Milano, Italia.   La testa nel fango e i piedi nel cielo languide erezioni nel mezzo la… leggi di più

Fogli di Carne Nox

Mercoledì 10/09/2014, 16:23. Milano, Italia.   Prega i tuoi dei bambina ingranaggio di lussuria che la terra si apra e… leggi di più

Fogli di Carne Nox

Giovedì 21/08/2014, 04:46. Los Angeles, U.S.A.   Cerchiamo il senso alla luce di un fiammifero sotto il tavolo dei nostri… leggi di più

I più condivisi