Common Ground. Biennale di Venezia. La 13.


È aperta al pubblico da mercoledì 29 agosto a domenica 25 novembre 2012, ai Giardini della Biennale e all’Arsenale, la 13. Mostra Internazionale di Architettura dal titolo Common Ground, curata da David Chipperfield e organizzata dalla Biennale di Venezia presieduta da Paolo Baratta. La vernice si è svolta nei giorni 27 e 28 agosto, la cerimonia di premiazione e inaugurazione si è tenuta mercoledì 29 agosto ai Giardini.

“Con il tema di quest’anno, Common Ground, si torna a parlare di architettura – spiega Paolo Baratta – per aiutare gli architetti a uscire dalla crisi d’identità che stanno vivendo, e nello stesso tempo offrire al pubblico la possibilità di guardare dentro l’architettura, rendersela familiare e scoprire che ad essa si può chiedere qualcosa, che il diverso è possibile, che non siamo condannati alla mediocrità. La società civile è fatta di individui e istituzioni. Non sempre gli uni o le altre sembrano capaci di individuare le esigenze di organizzazione dello spazio in cui viviamo. Per sanare tale frattura la Biennale può dare il suo contributo innanzitutto ponendo questi come suoi temi. Senza negare che esiste il problema del rapporto fra architettura ed ecologia, architettura e tecnologia, architettura e urbanistica, il nodo centrale è rimediare allo scollamento tra architettura e società civile.”
 
“L’Italia rimane la patria spirituale dell’architettura – riflette Chipperfield. È qui che si può comprendere pienamente l’importanza dell’edificio non come spettacolo individuale, bensì come manifestazione di valori collettivi e scenario della vita quotidiana. Questo senso tangibile del contesto e della storia ci ricorda che il nostro mondo edificato è una testimonianza della continua evoluzione del linguaggio architettonico e uno strumento essenziale per la nostra comprensione del mondo che ci circonda. Tali presupposti mi hanno ispirato a orientare questa Biennale verso tematiche riguardanti la continuità, il contesto e la memoria, verso influenze e aspettative condivise. Mi hanno portato a concentrarmi sull’apparente mancanza di intesa tra la professione e la società.”
 
Queste le parole d’introduzione alla tanto aspettata Biennale di Venezia 2012.
Ci si chiede però se davvero questi temi e queste tanto amate ideologie da buon samaritano e ovviamente cittadino/architetto vengano di fatto rispettate dal nostro caro curatore David Chipperfield. Avete mai visto qualche sua architettura? chi lo conosce sa bene di cosa stiamo parlando, edifici minimalisti senza teoria e  senza anima.
Come dice bene Emanuele Piccardo “Una messa in scena teatrale con attori-architetti a recitare la parte dei benpensanti, senza incidere sulla città del mercato attuata dai grandi gruppi finanziari.”
 
 
Da vedere in ogni caso e commenti obbligatori!
 
 
iBiennale è l’applicazione ufficiale della Biennale di Venezia disponibile per iPad e iPhone. Realizzata in partnership con LOG607 e Marsilio Editori, aggiorna quest’anno la propria grafica e diventa uno strumento utile per orientarsi rapidamente e cogliere il meglio della Mostra.
 

La tua reazione?
Cute Cute
0
Cute
Geeky Geeky
0
Geeky
Grrrr Grrrr
0
Grrrr
Lol Lol
0
Lol
Love Love
0
Love
Omg Omg
0
Omg
Win Win
0
Win
Wtf Wtf
0
Wtf

Common Ground. Biennale di Venezia. La 13.

Ne vuoi di più?
Seguici per rimanere sempre aggiornato!
Nascondi - Seguo già Ziqqurat

Login

Diventa parte della nostra community!

Resetta la tua password

Back to
Login