Lavori segreti alla Casa Bianca


In 2 anni spesi 86 milioni di dollari, perché?


WASHINGTON – Un altro bunker di autodifesa? Cosa c’ è dietro alle misteriose costruzioni che stanno coinvolgendo l’ala ovest della Casa Bianca? E’ la domanda che si stanno porgendo i sempre attenti giornalisti americani, curiosi di sapere perché mai dopo due anni di costruzione e 86 milioni di dollari spesi per lavori di risistemazione delle condutture idrauliche, elettriche e fognarie. Questo, quantomeno, è stata la versione ufficiale della GSA, la General Service Administration, ditta che ha portato avanti i lavori. Dapprima la versione poteva anche tenere: ossia fino a quando dinanzi alla zona della White House dedicata ad Eisenhower i bulldozer hanno scavato e scavato fino a creare una rete tentacolare di una struttura multipiano sotterranea su cui sono riversate centinaia container di calcestruzzo e travi in acciaio. A nulla è valso l’immensa opera di recinzione messa su dalla GSA. Gli occhi indiscreti dei reporter hanno scovato un progetto ben più ampio. Con tutte le probabilità non sarà un bunker, visto che la casa presidenziale ha già dall’altra parte dell’edificio bianco: sotto la sala Roosvelt. Ma certamente non sarà certo una mera opera di manutenzione ordinaria a scatenare cotanto mistero (e denaro). Al momento sono esclusi nuovi uffici e bunker di rifugi antiaereo. Mentre la curiosità cresce e si diffonde in modo virale. Perché non divulgare la destinazione d’uso della nuova struttura?

Fonte: net1news


La tua reazione?
Cute Cute
0
Cute
Geeky Geeky
0
Geeky
Grrrr Grrrr
0
Grrrr
Lol Lol
0
Lol
Love Love
0
Love
Omg Omg
0
Omg
Win Win
0
Win
Wtf Wtf
0
Wtf

Lavori segreti alla Casa Bianca

Ne vuoi di più?
Seguici per rimanere sempre aggiornato!
Nascondi - Seguo già Ziqqurat

Login

Diventa parte della nostra community!

Resetta la tua password

Back to
Login