L’«auto» da 1700 km/h è quasi pronta

INGHILTERRA – C’è di più alla base della progettazione della “Bloodhound”, una macchina in grado di viaggiare a 1700 km/h di velocità pura. Richard Noble, detentore del record di velocità terrestre tra il 1983 e il 1997 e gli scienziati della “Bloodhound SSC” spiegano l’aerodinamica estrema e l’ingegneria che sperano permetterà al veicolo di infrangere il record e diventare la vettura più veloce sulla Terra.

Ha acceso i motori, o meglio le potentissime turbine, in un hangar inglese dove si provavano i Tornado. Provocando un micidiale frastuono, musica per le orecchie dei progettisti. Il Bloodhound SSC è una specie missile con le ruote realizzato per battere il record di velocità terrestre: lungo 14 metri, pesante quasi 8 tonnellate dovrà sfondare il muro del suono per superare l’attuale primato di 1,227.99 km/h stabilito nel 1997 nel deserto di Black Rock da un altro vettore con caratteristiche simili, il Thrust. Ai comandi ci sarà sempre lo stesso uomo, Andy Green pilota della Royal Air Force, noto per le imprese più estreme. «E’ un test fondamentale ed è esattamente quello che ci aspettavamo», commenta l’ufficiale a caldo dopo l’accensione del propulsore.

PIU’ VELOCE DI UN PROIETTILE – Secondo i tecnici il Bloodhound potrebbe arrivare a 1690 km/h in un tracciato dritto -vietate le curve – lungo appena 19 km. Dove? Nei laghi salati americani, naturalmente, fra lo Utah e il Nevada, teatro di folli imprese. Ma in tempi di crisi non è facile trovare il budget necessario a completare il razzo ancora allo stadio di prototipo: ci vorranno ancora due anni – dicono dall’Inghilterra – ma l’esito positivo del test a Newquay ha acceso l’entusiasmo. Se tutto procederà secondo la tabella di marcia, la «vettura» l’anno prossimo sarà testata in Sud Africa. Le prestazioni comunque sono impressionanti, anche solo a leggerle sulla carta: il Bloodhound è più veloce di un proiettile sparato da una pistola Magnum 357, la turbina è stata presa in prestito dal caccia «Eurofighter» e in più ci sono un altro razzo ibrido e un motore supplementare da 800 cavalli prodotto dalla Coshworth. In totale si parla di una potenza equivalente a 80 mila cavalli, come 95 monoposto da Formula uno messe insieme.

fonti: Web & corriere.it

Potrebbero piacerti anche:


I più condivisi