Movie of the day – IL PETROLIERE (P.T. Anderson, ’07)


[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=PU6U2xHytLE[/youtube]

Il petroliere (There Will Be Blood) è un film del 2007 diretto da Paul Thomas Anderson, liberamente adattato dal romanzo “Petrolio” di Upton Sinclair. Ambientato in California nei primi anni del Novecento, il protagonista (Daniel Day-Lewis) è un minatore texano che trova un giacimento di petrolio. Il film è dedicato alla memoria di Robert Altman.

Daniel Plainview è un cercatore d’argento che, alla fine dell’800 trova il petrolio nell’Ovest degli Stati Uniti. La sua ricchezza diventa considerevole grazie anche allo sfruttamento della presenza dell’unico figlio che lo aiuta a convincere i contadini a cedergli i terreni. Troverà però sulla sua strada un giovane predicatore che prima lo aiuterà e poi, temendo un troppo veloce arrivo della modernità, manipolerà contro di lui la comunità.

Le sorti personali, anche se non quelle economiche, di Plainview subiranno un duro colpo quando il figlio, a causa di un incidente presso un pozzo petrolifero, diviene sordo. L’uomo, sempre più accecato da una misantropia assoluta, lo allontanerà da sé precipitando sempre piu’ nell’avidità del possesso. La storia si conclude quando Plainview riceve la visita di Eli, il quale gli offre di entrare insieme in affari. Tuttavia, la competizione fra i due è talmente forte che Plainview non rinuncia a vendicarsi dei torti subiti nel passato. Pone come condizione all’impresa commerciale che Eli dichiari se stesso un falso profeta e Dio una superstizione. Eli, uomo ormai corrotto dal peccato, accetta di proclamare a gran voce la propria apostasia e solo a quel punto Daniel gli rivela l’inconsistenza degli affari da lui proposti. A questo punto, la furia di Plainview si scatena e dopo averlo malmenato uccide Eli fracassandogli il cranio.

Il petroliere è un film fatto di bitume, di corpi che diventano tutt’uno con la terra e l’oro nero che la intride. Corpi pronti ad essere spezzati e anche dilaniati nella ricerca di un possesso avido quanto amorale. I primi venti minuti di proiezione, privi di parole, lasciano un’impressione profonda sullo spettatore, quasi volessero offrire una lettura ‘fisica’ sulle origini di un capitalismo avido, la ricerca di profitti enormi grazie allo sfruttamento delle viscere della Terra. Daniel Planview, ostinato e fortunato cercatore di petrolio, è infatti l’incarnazione perfetta del capitalismo americano: spirito d’iniziativa, ottimismo, perseveranza, egoismo, forza di volontà nel superare ogni sorta di ostacolo.

E poi c’è l’alter-ego di Daniel Planview, il giovane e folle predicatore che si serve dell’ignoranza della gente per affermare sulla comunità un altro tipo di autorità, fondata su un misto di fede e paura. Tra i due si svilupperà un confronto aspro, fatto di accordi ma anche di veri e propri scontri fisici. E non si può non leggere, dietro tale dicotomia, un’altra lampante metafora, quella delle due anime dell’America: capitalismo ed evangelismo, ora in feroce lotta tra loro, ora felicemente a braccetto. Un finale che rappresenta al meglio lo smascheramento dell’ipocrisia del radicalismo religioso a fronte dell’arroganza del capitalismo alimentata dal successo.

Un Daniel Day Lewis semplicemente superbo.

Fonti: MyMovies, Wikipedia, Web


La tua reazione?
Cute Cute
0
Cute
Geeky Geeky
0
Geeky
Grrrr Grrrr
0
Grrrr
Lol Lol
0
Lol
Love Love
0
Love
Omg Omg
0
Omg
Win Win
0
Win
Wtf Wtf
0
Wtf

Movie of the day – IL PETROLIERE (P.T. Anderson, ’07)

Ne vuoi di più?
Seguici per rimanere sempre aggiornato!
Nascondi - Seguo già Ziqqurat

Login

Diventa parte della nostra community!

Resetta la tua password

Back to
Login