Movie of the day – IL COLORE DEI SOLDI (Scorsese, '86)


[youtube]http://youtu.be/gnj1QitcOxw[/youtube]

Il colore dei soldi (The Color of Money) è un film del 1986 diretto da Martin Scorsese, tratto dal romanzo omonimo di Walter Tevis. Il film prosegue, alla reale distanza di 25 anni, la storia cinematografica de “Lo spaccone”, “Eddy Lo svelto”, un abile giocatore di biliardo americano che conobbe tragicamente lo squallore e i rischi del gioco. Il titolo si riferisce sia al colore dei dollari sia del tavolo da biliardo, il verde.

Edward Felson (Paul Newman), detto “Eddy Lo svelto” è un agiato procacciatore di alcolici. Sono passati oramai 20 anni dal suo burrascoso e tragico passato e non ha più interesse al tavolo da biliardo e si dedica alla vendita di whisky e alla sua relazione con Janelle (Helen Shaver). Ma quando sente “la frustata” della stecca di Vincent (T.Cruise), intuisce immediatamente che, sotto la scorza di quel ragazzo un pò ingenuo e sbruffone, si possa celare un vero talento del biliardo, riaccendendo in Eddie una fiamma mai spenta. Rivede nell'acerbo ragazzo se stesso da giovane: enorme potenzialità e stessa spocchia di essere in assoluto il più furbo, con le sue stesse sotterranee lacune psicologiche.

Nonostante ora Eddie si occupa di alcolici, non ha mai smesso di amare il tavolo verde. Il denaro vinto col gioco è molto più dolce di quello guadagnato: è questa la sua filosofia. Così, senza nemmeno pensarci più di tanto, dopo aver conosciuto il ragazzo, gli regala una Balabushka, la miglior stecca con cui giocare e fari affari. Il trucco per fare i soldi veri è sempre lo stesso di 25 anni fa: perdere per poi risorgere. Senza trascurare il guadagno che potrà ottenere sfruttando la fiducia del ragazzo, semplicemente insegnandogli un po' di mestiere e garantendogli dei soldi per le scommesse, Eddie riesce a convincere il giovane e la sua ragazza Carmen (Mary Elizabeth Mastrantonio) a seguirlo in un “giro” del paese alla ricerca di 'polli da spennare'.

Il film è la storia di un'educazione sentimentale: Eddie non insegna a giocare al biliardo a Vincent, ma a mettere a frutto il suo talento, cioè a trasformarl

o in denaro, con tutti i mezzi. Così, i tre riprendono il giro di saloni nelle vicinanze, ma incomprensioni dovute dall’esuberanza di Vincent portano Eddie ad abbandonare presto i due fidanzati ormai perfettamente autosufficienti.

La passione per il gioco in prima persona e la consapevolezza di essere ancora capace di primeggiare convincono Eddie a rimettersi in gioco: con la sua amata stecca Balabushka  ben presto torna ai vecchi lustri. Di partita in partita, di vittoria in vittoria, Eddie si reca ad Atlantic City, meta preferita per giocatori e scommettitori. Ed è proprio nel casinò della città che Eddie ritrova Vincent: il torneo di biliardo li mette presto di fronte, ma la sfida, vinta da Eddie, è falsata perché Vincent si fa battere, guadagnando molti soldi scommettendo sul rivale. Venuto a conoscenza del fatto Eddie, dopo aver abbandonato il torneo, chiede un'ultima partita al giovane: il film si chiude con l'inizio dell'incontro tra i due

Eddie si rimette a giocare sul serio; sbaraglierà tutti, finché non giunge ad Atlantic City. Proprio in quella città, meta dei più grandi giocatori professionisti del classico 9-palle, si troverà faccia a faccia col suo vecchio pupillo Vincent. Il finale, contrariamente a quanto hanno scritto, è degno del film. Vincent tira un colpo basso ad Eddie (scommette su di lui), ma lo spaccone gli ricambia immediatamente il favore: non accettando quei soldi, dimostra di avere carattere. Non è importante come finirà la vicenda, ma quanto il film ci aveva già dato prima.

Seguito, 25 anni dopo, di Lo spaccone (1961) di Robert Rossen. Prima parte splendida, ma poi il racconto si avvita un po' su sé stesso. Con la sua adolescenziale arroganza, Cruise è perfetto,  così come Newman, infallibile e grintoso. L'atmosferica fotografia di Michael Ballhouse fa il resto.

Primo Oscar per Newman. Sceneggiatura di Richard Price, basata su un altro romanzo di Walter Tevis che morì 8 giorni dopo la sua pubblicazione nel 1984.

[youtube]http://youtu.be/Gt9TwIDdhCk[/youtube]

Fonti: Wikipedia, MyMovie, Web

zp8497586rq

La tua reazione?
Cute Cute
0
Cute
Geeky Geeky
0
Geeky
Grrrr Grrrr
0
Grrrr
Lol Lol
0
Lol
Love Love
0
Love
Omg Omg
0
Omg
Win Win
0
Win
Wtf Wtf
0
Wtf

Movie of the day – IL COLORE DEI SOLDI (Scorsese, '86)

Ne vuoi di più?
Seguici per rimanere sempre aggiornato!
Nascondi - Seguo già Ziqqurat

Login

Diventa parte della nostra community!

Resetta la tua password

Back to
Login