Parte il contest di CEI: per vivere “In un altro mondo”… Scopri come

Lì fuori c’è un altro mondo e CEI sta cercando qualcuno in grado di affrontarlo; una sfida contro la vita, contro la sua faccia più cruda e dura. E una sfida con se stessi che vedrà vacillare le proprie sicurezze e certezze. Ma questo non è un film e, lontano da ogni facile sensazionalismo, c’è un progetto in atto del quale è giusto mettervi al corrente: è un contest che si chiama appunto “in un altro mondo” e che vi mostrerà la realtà senza filtri, sottotitoli e fronzoli. Anzi.

Tra i partecipanti verranno selezionati quattro ragazzi che partiranno volontari in alcuni “dei posti dimenticati dal mondo”. Un intero mese e al loro ritorno, potranno raccontare la loro esperienza.

Le quattro strutture in cui trascorreranno un intero mese  sono: La Casa della Provvidenza, che accoglie bambine di strada a Calcutta (India), il Centro Kivuli per i bambini dello slum di Nairobi in Kenya e gestito dall’associazione Aman; e poi ancora in Mozambico, con una delle strutture di Medici con l’Africa Cuamm e per finire la Little Nazareth home, per bambine a Manila, nella Filippine.

Dal 30 aprile a1 giugno ci si può iscrivere a “in un altro mondo (la vita in versione originale e senza sottotitoli) sul sito ufficiale www.inunaltromondo.it… chi verrà selezionato si schiererà in prima linea contro le difficoltà di queste realtà mai vissute prima. E non solo: sarà chiamato a testimoniare la propria esperienza – a mò di inviato speciale – pubblicando articoli, immagini e video.

Il mondo, quello vero, vi sta chiamando là fuori… non fatelo aspettare ancora.

Articolo Sponsorizzato

Potrebbero piacerti anche:

I più condivisi