Le code chilometriche per i nuovi iPhone 6 svelano la realtà di un mercato nero da incubo

La settimana appena trascorsa ha visto accampate fuori dai negozi Apple per giorni tantissime persone impazienti di acquistare il famigerato iPhone 6 ma quelle linee ordinate non erano composte solo da grandissimi fan dei prodotti Apple ma come ci mostra il filmmaker Casey Neistat molti degli accampati si trovavano lì solo per acquistare il nuovo iPhone e rivenderlo immediatamente sul mercato nero.

[videojs youtube=”https://www.youtube.com/watch?v=Ef_BznBwktw” poster=”http://www.ziqqurat.eu/wp-content/uploads/2014/09/iphoneblackmarket.pn_-426×268.png” width=”100%” height=”300″]

E’ difficile accertare quello che Neistat presenta in questo suo breve filmato ma la verità che cerca di mostrare sul fatto che molti dei primi iPhone venduti negli Stati Uniti siano stati immediatamente deviati verso il mercato nero cinese non è inverosimile: L’iPhone 6 non verrà lanciato ufficialmente in Cina per ancora qualche mese il che significa che i rivenditori del mercato nero possono vendere i nuovi iPhone di origine internazionale a più di 3000 dollari per la strada in questo momento.

Copsapple

apple-line-sitters

Potrebbero piacerti anche:


I più condivisi