Ricercatori Newyorkesi hanno realizzato il “mantello dell’invisibilità” con delle comuni lenti da vista


Gli esseri umani utilizzano le lenti per riflettere la luce, migliorare la visibilità di oggetti a lunga distanza con l’utilizzo dei telescopi, per poter osservare oggetti molto piccoli con i microscopi o semplicemente per correggere la nostra comune vista attraverso un paio di occhiali. Tuttavia alcuni ricercatori hanno trovato il modo di sfruttare le proprietà di quattro lenti per farle agire come un dispositivo di occultamento funzionale che può essere osservato da diverse angolazioni. Il progetto è stato condotto da Joseph Choi e John Howell presso l’Università di Rochester e la documentazione ufficiale è stato presentato alla rivista Optics Express , con una copia disponibile su ArXiv.

vXRwO1z

“Ci sono stati diversi approcci ad alta tecnologia sull’occultamento e l’idea di base dietro questi è quello di prendere la luce e farla passare attorno a qualcosa come se non ci fosse” ha dichiarato Howell sulla press release ufficiale.

Abbiamo visto “mantelli di semi invisibilità” funzionanti utilizzati per evitare i rilevamenti di radar, radiazioni elettromagnetiche e suono ma questa nuova configurazione di lenti impedisce agli oggetti di essere visti, letteralmente. Per raggiungere questa invisibilità e permettere la visione dello sfondo dell’oggetto guardato gli scienziati hanno dovuto coordinare attentamente le proprietà delle lenti con la distanza. Questa impostazione ha il netto vantaggio di essere in grado di funzionare da qualsiasi angolazione.

dpIag3i

“This is the first device that we know of that can do three-dimensional, continuously multidirectional cloaking, which works for transmitting rays in the visible spectrum,” ha aggiunto Choi.

Le istruzioni originali per la configurazione delle lenti:

-Purchase 2 sets of 2 lenses with different focal lengths f1 and f2 (4 lenses total, 2 with f1 focal length, and 2 with f2 focal length)

-Separate the first 2 lenses by the sum of their focal lengths (So f1 lens is the first lens, f2 is the 2nd lens, and they are separated by t1= f1+ f2).

-Do the same in Step 2 for the other two lenses.

-Separate the two sets by t2=2 f2 (f1+ f2) / (f1 — f2) apart, so that the two f2 lenses are t2 apart.

NOTES:

Achromatic lenses provide best image quality.

Fresnel lenses can be used to reduce the total length (2t1+t2)

Smaller total length should reduce edge effects and increase the range of angles.

For an easier, but less ideal, cloak, you can try the 3 lens cloak in the paper.

Una dimostrazione dell’utilizzo di semplici lenti per la realizzazione dell’ invisibilità:


La tua reazione?
Cute Cute
0
Cute
Geeky Geeky
0
Geeky
Grrrr Grrrr
0
Grrrr
Lol Lol
0
Lol
Love Love
0
Love
Omg Omg
0
Omg
Win Win
0
Win
Wtf Wtf
0
Wtf

Ricercatori Newyorkesi hanno realizzato il “mantello dell’invisibilità” con delle comuni lenti da vista

Ne vuoi di più?
Seguici per rimanere sempre aggiornato!
Nascondi - Seguo già Ziqqurat

Login

Diventa parte della nostra community!

Resetta la tua password

Back to
Login