La scrivania “Analog Memory Desk” è equipaggiata con un rotolone di carta per 1 chilometro di schizzi e idee

Spinto dall’ossessione di come la gente si annota le idee e i promemoria lo studente dell’MCAD Kirsten Camara ha progettato il Memory desk analogico, progettando quella che forse potrebbe essere la superficie di lavoro definitiva per le annotazioni. La scrivania ha un meccanismo incorporato per lo scorrimento di 1100 metri di carta sui rotoli incorporati nelle sue gambe, una specie di tovaglia mnemonica che registra mesi o addirittura anni di idee, scarabocchi e anelli di caffè. La scrivania non è ancora disponibile per l’acquisto invece, Camara ha rilasciato il progetto dettagliati attraverso una licenza Creative Commons in modo che ognuno possa costruire la propria postazione di lavoro.

desk-1

desk-2

desk-3

desk-4

blueprints

Fonte: Design-Milk

Potrebbero piacerti anche:

I più condivisi