“Non è mai stato un vestito” questa campagna cambierà il vostro modo di guardare il simbolo del bagno delle donne

Tania Katan è un’attivista, autrice e programmatrice che ha cambiato il modo di vedere il simbolo del bagno delle donne sperando di ”cambiare la percezione che si ha delle donne attraverso i gesti audaci, sensibili e potenti che fanno ogni giorno”. Invece di indossare un normale vestito il simbolo del bagno in realtà indossa un mantello da supereroe e lo slogan che si è inventata è: ”non è mai stato un vestito.”

La campagna #ItWasNeverADress mira a riequilibrare la posizione delle donne, cambiando il modo in cui guardiamo il simbolo del loro bagno

bathroom-sign-gender-equality-it-was-never-a-dress-tania-katan-2

Si scopre che il simbolo del bagno delle donne è in realtà una silhouette da supereroe

bathroom-sign-gender-equality-it-was-never-a-dress-tania-katan-1

La creatrice Tania Katan mira a portare più donne nel mondo dello sviluppo del software

bathroom-sign-gender-equality-it-was-never-a-dress-tania-katan-6

In questo modo spera di incoraggiare più donne a entrare nel settore tech che molti non associano al mondo femminile

bathroom-sign-gender-equality-it-was-never-a-dress-tania-katan-5

”Nel mondo della scienza, della tecnologia, dell’arte, della matematica e della politica le donne non sono spesso invitate ma anzi spesso trascurate o semplicemente respinte dal sistema”

bathroom-sign-gender-equality-it-was-never-a-dress-tania-katan-4

”Quando guarderemo le donne in modo diverso … vedremo il mondo in modo diverso!”

bathroom-sign-gender-equality-it-was-never-a-dress-tania-katan-3

Fonte: Boredpanda

Potrebbero piacerti anche:

I più condivisi