Cambio armadio: come organizzarsi e rivendere i capi che non usate


Spesso, quando si parla di cambio armadio, il panico invade la mente e questa semplice operazione diviene molto più complessa da compiere.
Per poterla svolgere nel migliore dei modi occorre organizzazione, idee ben chiare, e una buona dose di pazienza.

Come iniziare ad organizzare il proprio armadio.

La prima operazione che bisogna effettuare, per riuscire a compiere un’impresa che spesso viene definita epica, consiste nel rimuovere tutti i capi d’abbigliamento dal proprio armadio.
Questa semplice operazione sarà fondamentale, in quanto svuotando l’armadio sicurament scopriremo capi che ci avamo dimenticati di avere, magari con ancora il cartellino del negozio appeso. Se tale operazione viene svolta in compagnia, sarà possibile poter ottenere due vantaggi molto utili: sarà possibile infatti affrontare il cambio armadio con maggior facilità e velocità, e la persona che darà una mano potrà fornire ottimi consigli sul come procedere ed affrontare tale situazione.

L’ordine e l’eliminazione dei capi d’abbigliamento

Per poter effettuare un cambio armadio perfetto bisogna cercare di avere uno schema che risulti essere ben preciso, suddividendo le varie aree dell’armadio in modo da categorizzare i capi. Procedendo in questo modo, sarà molto più semplice trovare i capi che cerchiamo.
L’ordine migliore consiste nel dividere gli indumenti per stile in modo tale che se dovete andare a fare un giro al centro commerciale abbiate tutti i jeans e le magliette separate da abiti da sera o più eleganti che magari possono essere più utili in un evento serale.

Le camice dovranno essere poste nelle grucce per motivi che capirete bene quando le stirate.
Questa riorganizzazione farà in modo che vi capitino per le mani quei capi d’abbigliamento danneggiati oppure che sono troppo larghi o stretti, e comunque da eliminare.
Non bisogna avere timore: ciò che deve essere eliminato va messo da parte e non dobbiamo cadere nella tentazione di tenerlo perché magari può essere utile alla festa di halloween. Dopotutto ogni cosa che viene eliminata può essere rimpiazzata con altri capi d’abbigliamento.

Protezione totale per i capi d’abbigliamento fuori stagione.

Oltre al dividere perfettamente i capi d’abbigliamento secondo un preciso schema, quando si effettua il cambio armadio bisogna ricordarsi che i capi d’abbigliamento fuori stagione devono essere assolutamente protetti visto che non li toccheremo per diversi mesi.
Effettuare tale operazione è molto semplice: basta usare dei prodotti antitarme, in maniera tale che gli indumenti non vengano danneggiati da questi insetti senza che ce ne accorgiamo.
Prima di utilizzare questi prodotti, è bene lavare i capi visto che le tarme preferiscono attaccare i tessuti sporchi. Inoltre gli indumenti potranno essere messi in dei sacchetti protettivi, ovvero quelli che permettono di non andare a contatto con la polvere ed altri elementi che possono danneggiare i vestiti.
Questi sacchetti generalmente sono sotto vuoto, ovvero utilizzando l’aspirapolvere, sarà possibile ridurre la dimensione dei sacchetti e recuperare ulteriore spazio nell’armadio.

Vendita ed acquisto dei nuovi capi d’abbigliamento

I capi d’abbigliamento ancora in ottime condizioni, ma che sono da eliminare, possono essere venduti: questo permette di poter ottenere un piccolo guadagno, che andrà investito, ovviamente, in nuovi vestiti.
Per poter vendere i capi d’abbigliamento si possono percorrere tante strade: questi possono essere portati al mercatino dell’usato, venduti online oppure si può organizzare uno swap party, ovvero una piccola manifestazione che permette di vendere o scambiare i capi d’abbigliamento.

Di Anna M. F.


La tua reazione?
Cute Cute
0
Cute
Geeky Geeky
0
Geeky
Grrrr Grrrr
0
Grrrr
Lol Lol
0
Lol
Love Love
0
Love
Omg Omg
0
Omg
Win Win
0
Win
Wtf Wtf
0
Wtf

Cambio armadio: come organizzarsi e rivendere i capi che non usate

log in

Become a part of our community!

reset password

Back to
log in